Google Job Search: il nuovo aggregatore di annunci di lavoro

Dopo circa due anni dal lancio negli USA, arriva anche in Italia Google Job Search, il motore di ricerca di Big G dedicato alle offerte di lavoro che è già attivo dal 2017 in molti altri Paesi del mondo. Lo stavate aspettando, vero?

Semplificare la ricerca di lavoro in rete è sicuramente un’ottima iniziativa e siamo felici di accogliere a braccia aperte questa novità. Ma come funziona il nuovo servizio di Google?

Più o meno come gli altri strumenti di ricerca specializzati del gruppo di Mountain View, per esempio la ricerca dei voli aerei su Google e quella degli alberghi e dei ristoranti su Google Map. Si inseriscono i termini da cercare e nelle pagine dei risultati si vedono le diverse proposte raggruppate una sotto l’altra, in un riquadro.

Cercando, ad esempio, “lavoro social media” su Google si ottiene una pagina con un box con le offerte più coerenti con quanto cercato. Questo box non è altro che l’anteprima di una pagina molto più ricca e strutturata, raggiungibile cliccando su “Altri filtri“, dalla quale è possibile raffinare ancora di più la ricerca di una posizione di lavoro. In pratica Google Job Search non è un sito di annunci di lavoro, ma una sorta di aggregatore delle offerte pubblicate su altri siti.

Al momento in Italia le fonti da cui attinge Google sono Indeed, Linkedin, Infojobs, Kijiji, Jobbydoo, Bakeca, Monster, Careerjet.

I siti web che vogliono rientrare nel box di Job Search hanno a disposizione una serie di linee guida che spiegano come rendere un’offerta di lavoro visualizzabile gratuitamente sfruttando la nuova funzione.

La vera potenza di Google Job Search, però, non si vede dal box all’interno dei risultati di ricerca: è cliccando sui filtri che si apre la pagina dove l’utente può realmente trovare le informazioni più interessanti e gli annunci che cerca. Può filtrarli per località, data di pubblicazione o tipo (part time, consulenza, full time o tirocinio). Può salvare un annuncio e rileggerlo in seguito e può creare degli avvisi relativi a specifiche offerte di lavoro. Le opzioni sono diverse e davvero utili per chi sta cercando lavoro.

Oltre a rappresentare una novità ed una grande mano per chi sta cercando lavoro, Google Job Search potrebbe anche essere strategico per risolvere un problema: la duplicazione degli annunci di lavoro. Molto spesso infatti la stessa offerta, con lo stesso testo, viene “spalmata” su tutti i siti gratuiti disponibili sul Web e questo rallenta la ricerca da parte dell’utente, che legge più volte sempre le stesse offerte perdendo tempo a candidarsi su tutti i portali nelle varie duplicazioni. Se Google riuscisse il più possibile a scremare i duplicati, mostrando solo annunci originali, allora l’utente avrà un reale e ancora più grande vantaggio per la sua ricerca.

Non pensate anche voi?

Credits Immagini: Background vector created by freepik – www.freepik.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.