I nuovi trend italiani nel Report Digital 2021: e-Commerce e Audio

Come ogni anno, puntualissimo, trovate online il nuovo Report Digital Italia 2021 realizzato da We Are Social e Hootsuite, uno strumento davvero utilissimo per studiare i cambiamenti digitali che stiamo vivendo e cogliere le migliori opportunità in modo tempestivo.

Tra i temi inseriti nell’analisi digital 2021:

👉 Cambiamenti nei modi in cui le persone ricercano informazioni, anche sui brand

👉 Le demografiche, in evoluzione, delle audience online

👉 L’importanza, in forte crescita, dell’e-Commerce

👉 Perché il mobile sia essenziale, ma non l’unica soluzione

👉 Perché è il momento per rivalutare le metriche che guidano il ‘social media mix’ nel marketing

Tutte queste tematiche si amalgamano perfettamente all’evidenza dei nuovi trend italiani, chiaramente in linea anche con il contesto totalmente nuovo e globale che stiamo vivendo il relazione all’emergenza sanitaria e, come tutti già intuivano, esplodono letteralmente l’e-Commerce e l’audio. Proprio la voce sostituisce sempre più il testo nei device digitali per la capacità di creare intimità replicando la conversazione umana, le tecnologie diventano una componente sempre più importante della vita degli italiani (basti pensare all’utilizzo sempre più massiccio di assistenti vocali nei propri dispositivi o ai due Alexa e Google Home).

Ma iniziamo subito dando un’occhiata ai numeri global, per poi scendere nel dettaglio italiano:

Popolazione: la popolazione mondiale registra 7,83 miliardi di persone ad inizio 2021. Le Nazioni Unite riportano un tasso di crescita dell’1% annuo, che significa che la popolazione mondiale è cresciuta di circa 80 milioni di unità nel corso del 2020.

Mobile: 5,22 miliardi di persone utilizzano telefoni cellulari, vale a dire il 66,6% della popolazione. Si tratta di una crescita dell’1,8% annuo, pari a 93 milioni di persone che nel corso del 2020 hanno avuto accesso ad un telefono cellulare per la prima volta.

Internet: 4,66 miliardi di persone accedono ad internet, un incremento del 7,3% (o 316 milioni) rispetto a Gennaio 2020. La penetrazione internet mondiale si attesta al 59,5%, ma i valori potrebbero essere ancora più alti in virtù di problematiche legate al corretto tracciamento degli utenti internet legate alla pandemia da COVID-19.

Social media: sono 4,20 miliardi gli utenti delle piattaforme social, un incremento del 13%, o di 490 milioni di persone. La penetrazione delle piattaforme social si attesta quindi al 53% della popolazione mondiale.

Ma ora passiamo all’Italia:

  • Circa 50milioni di italiani utilizzano i digital device.
  • 1 milione sono le persone che si sono connesse ad internet per la prima volta nel corso del 2020, con un incremento del 2,2%.
  • Notevole aumento anche dell’età anagrafica dell’audience.

Più considerevole è la crescita sul fronte delle piattaforme social:

  • Oltre 2 milioni di nuovi utenti (quasi +6%), che fa raggiungere quota 41 milioni.
  • Il 97% utilizza gli smartphone per connettersi, mentre 3 persone su 4 il computer desktop o laptop.
  • Cresce anche il possesso delle console, pur in un anno in cui sono state rilasciate le prime (poche, per ora) next gen, e quasi raddoppia la penetrazione nelle case degli italiani di device per la smart home, favorita dal maggior tempo a disposizione per esplorare le nuove tecnologie.
  • Connessi per oltre 6 ore al giorno ad internet e quasi 2 ore sui social (il 98% da dispositivi mobili).

Il dato più rilevante riguarda la fruizione dei tools dedicati ai contenuti audio – una persona su 4 ascolta regolarmente podcast – ma il tempo trascorso giornalmente sui media interessa anche il gaming con oltre 4 persone su 5 che giocano, a prescindere dai device utilizzati. Il podcast è il reale fenomeno in crescita, con un ascolto medio quotidiano di circa 30 minuti.

Parlando invece delle piattaforme più utilizzate:

  • YouTube e WhatsApp ai primi posti (85.3%),
  • Facebook (80,4%)
  • Instagram (67%)
  • Messanger (55,9%)
  • Twitter (32,8%)
  • Skype (31,3%)
  • Linkedin (31,2%)

Per la prima volta in classifica troverete anche Telegram, favorita dalla protezione della privacy percepita come valore aggiunto e per la possibilità di canali perfetti per la costruzione della community. In evoluzione anche TikTok, con un’audience più ampia costituita non solo da teen agers, per la caratteristica di dare rilevanza ed ambizione ai creator.

In classifica anche Twich, “go-to” per il mondo del live-streaming, specialmente per quanto riguarda il gaming, e Reddit, che recentemente ha fatto parlare di sé per aver speso tutto il budget marketing dell’anno in uno spot di solo 5 secondi durante il Superbowl.

Parlando invece di e-Commerce, il segmento +55 rappresenta il 20% dell’audience totale, dimostrando il potere di penetrazione di internet anche tra le fasce meno giovani, che cresce in Italia dell’86.5% nel 2020, influenzato dal lockdown. Circa 33milioni di euro spesi in transazioni online, con una percentuale di crescita del 24% in consumer goods. I principali acquirenti sono gli utenti tra i 55 e i 64 anni (78% del totale).

Fonti: Ninjia Marketing, Report Digital 2021 Italia by We Are Social e Hootsuite 

👉 Scarica il Report completo qui

Credits Immagini: Cartoon vector created by vectorjuice – www.freepik.com

One Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *